Chi siamo

 

Villa Porta Marina è un B&B a conduzione familiare ubicato in una moderna villa con giardino nella famosa Piazza Porta Marina, una delle zone più antiche e intrise di storia della città di Barletta.

Che sia per un soggiorno di lavoro, studio, affari o semplicemente per una spensierata vacanza nella città della Disfida, Pina e Andrea aprono le porte della loro villa a singoli viaggiatori, coppie o intere famiglie, accogliendole in un ambiente luminoso in cui possano godere della vista del mare, delle deliziose colazioni fatte in casa e di un’atmosfera invitante e rilassante. Disponibilità, allegria e cortesia sono gli elementi che contraddistinguono questa struttura.

Posizionato strategicamente, il B&B Villa Porta Marina si trova nel cuore della città di Barletta ed è facilmente raggiungibile sia in macchina che a piedi. Si trova a due passi dalla litoranea di Ponente e dalle principali attrazioni della città: Porta Marina, Castello Svevo, Cattedrale Santa Maria, Palazzo De Nittis, Cantina della Disfida, Chiesa del Santo Sepolcro, Palazzo della Marra, Teatro Curci, Eraclio, Monte di Pietà, Piazza Caduti. La privilegiata posizione all’interno del centro storico permette di raggiungere in pochi minuti ogni zona della città, la stazione ferroviaria e le zone della movida barlettana, inarrestabile sia d’estate che d’inverno.

Lo stile del B&B Villa Porta Marina è classico ed elegante. Le camere finemente ristrutturate e arredate, con ingresso indipendente, sono ampie, luminose, munite di bagno privato e ogni genere di comfort per rendere il soggiorno il più piacevole possibile.

La colazione è servita in un luminoso soggiorno ed è preparata da Pina e Andrea con ingredienti sicuri e genuini provenienti dall’orto del B&B. In presenza di allergie, intolleranze o particolari esigenze alimentari non dovrete fare altro che comunicarlo al momento della prenotazione.

È a disposizione degli ospiti anche un ampio ed elegante salotto in cui rilassarsi davanti ad un buon bicchiere di vino locale o in cui potersi ritagliare un momento di relax, svago o lettura. Vi aspettiamo per un indimenticabile soggiorno a Villa Porta Marina!

 

CAMERE

 

Le camere del B&B Villa Porta Marina sono finemente ristrutturate e arredate, con ingresso indipendente, ampie, luminose, munite di bagno privato e ogni genere di comfort per rendere il soggiorno il più piacevole possibile.

Le nostre camere sono perfette per un viaggio in famiglia, un weekend d’affari o una fuga romantica.

Il B&B Villa Porta Marina dispone di: 2 camere singole e 1 camera matrimoniale.

Su richiesta è possibile affittare l’intera struttura

I NOSTRI SERVIZI:

  • colazione in struttura con prodotti preparati in casa (inclusa nel prezzo)
  • bagno privato
  • biancheria pulita
  • pulizia quotidiana della camera
  • tv
  • radio
  • frigorifero
  • wi-fi gratuito
  • phon in ogni bagno
  • riscaldamento
  • climatizzazione
  • libri
  • giochi di società
  • attrezzature per bambini (seggiolone, lettino)
  • accesso in salotto comune
  • accesso in terrazza comune
  • disponibilità ad illustrare i principali avvenimenti ed eventi presenti in città
  • guide turistiche
  • materiale informativo
  • convenzioni con ristoranti/pub/bar
  • fruizione giardino
  • parcheggio in struttura!!! (incluso nel prezzo)
  • deposito bagagli
  • noleggio biciclette

Camera Matrimoniale

Bagno Matrimoniale

Camera Singola Blu

Camera Rosa

 

Bagno Singola

Sala Colazione

Salotto

Posto Auto

 

Prezzi

 

 

Il B&B Villa Porta Marina è ubicato in un’elegante villa ristrutturata nel cuore di Barletta. Accoglie i suoi ospiti in un ambiente caloroso e famigliare. Tutte le camere offrono standard di eleganza, accoglienza e confort molto elevati.

CAMERA

BASSA STAGIONE

ALTA STAGIONE E

PERIODI FESTIVI*

Camera matrimoniale

€ 60,00

€ 80,00

Camera matrimoniale Uso singola

€ 50,00

€ 70,00

Camera singola

€ 35,00

€ 50,00

(* Natale, Immacolata,
Ponte defunti ecc.)

Le tariffe si intendono per camera a notte e includono la prima colazione.
Sono previsti sconti per lunghi soggiorni.
Bassa Stagione: da Novembre a Febbraio
Alta Stagione: da Marzo a Ottobre
Le tariffe non si applicano nei giorni connessi alle seguenti festività e ponti: Natale, Capodanno, Pasqua.

Per maggiori informazioni contattateci.

Regole per l'accoglienza:
Check-in: dalle ore 12 (salvo eventuale altra richiesta).
Check-out: entro le 11.00 (salvo eventuale altra richiesta).
Siete gentilmente pregati di comunicarci l'ora esatta del vostro arrivo con un anticipo di 24 ore.

 

 

Scoprire Barletta

 

 

Barletta è un comune italiano di CIRCA 100.000 ABITANTI, capoluogo insieme ad Andria e Trani, della provincia di Barletta-Andria-Trani in Puglia.
Il territorio comunale fa parte del bacino della valle dell'Ofanto e oltre a essere bagnato dall'omonimo fiume, che funge amministrativamente come confine territoriale tra Barletta e Margherita di Savoia, ne ospita anche la foce.
Il comune di Barletta, che comprende la frazione di Canne Della Battaglia, sito archeologico ricordato per la storica battaglia vinta nel 216 a.C. da Annibale, è stato riconosciuto come città d'arte dalla Regione Puglia nel 2005 per le sue bellezze architettoniche.
Il B&B Villa Porta Marina vi consiglia di visitare:

CASTELLO SVEVO


Indirizzo: Piazza Castello
Il nucleo originario del castello risale al periodo normanno, mentre l'intervento federiciano risale al 1225-1228. Durante le Crociate il castello fu l'abituale ricovero per i cavalieri in partenza e in arrivo dalla Terra Santa e qui Federico II tenne, nella primavera del 1228, la famosa Dieta in vista della partenza per la sesta Crociata, in cui impartì direttive per il tempo in cui sarebbe stato assente e anche per la eventualità della sua morte.
In apertura dei lavori, Federico, rivolgendosi ai baroni e agli alti prelati convenuti, annunciò la nascita di Corrado. Nel 1308, durante il Regno degli Angioni, furono arrestati e custoditi nel castello i Templari della casa priorale primaziale dell'Italia Meridionale. La carcerazione durò fino al 1312, cioè fino alla soppressione dell'Ordine.

Gli Aragonesi intervennero tra il 1458 ed il 1481, rafforzando la cinta muraria e successivamente, per ordine di Carlo V, il castello assunse la configurazione ad impianto simmetrico con quattro bastioni angolari a lancia ed aperture di fuoco disposte radialmente e lungo le cortine, adeguandosi ai canoni di fortificazione dell'epoca.

Durante la prima occupazione spagnola del 1502-1503 il castello ospitò il Gran Capitano Consalvo da Cordova e parte dell'esercito spagnolo e fu durante quel periodo che il castello visse il momento di maggior gloria, in occasione della Disfida di Barletta, quando fece da cornice a molti degli episodi che accompagnarono quella contesa.
GIORNI E ORARI:
Aperto nei giorni: Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica
09.00 / 18.15
TICKET INGRESSO:
€ 6,00 Intero € 3,00 Ridotto
(Over 65 - Studenti)

 

TEATRO CURCI


Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele 21
Inaugurato nel 1819 ad opera di privati cittadini, fu rilevato nel 1866 dall'Amministrazione Comunale che provvide all'ampliamento, progettazione e restauro della struttura dandone incarico all'architetto Federico Santacroce.
Fu inaugurato nella sua nuova veste il 6 aprile 1872 e rappresenta, per le forme eleganti e le proporzioni equilibrate ispirate al teatro San Carlo di Napoli, uno dei più riusciti esemplari di architettura neoclassica pugliese. Nel 1899 fu completata la maestosa galleria coperta lungo il lato est del teatro che consentiva l'accesso diretto delle carrozze e le uscite di sicurezza. Durante gli anni tra il primo e il secondo conflitto mondiale fu adibito a sala cinematografica e visse un lento declino fino agli anni ' 60. Nel 1977 iniziarono profondi lavori di restauro e di adeguamento alle norme di sicurezza e dal 1996 ha ripreso l'attività sotto la diretta gestione comunale.
APERTO TUTTI I GIORNI
INGRESSO GRATUITO

 

CANTINA DELLA SFIDA


Indirizzo: Piazza della Sfida
Questo sito storico è legato alla disfida di Barletta perché in questa locanda medievale avvenne la famosa offesa dei francesi, dominatori e gli italiani, popolo non ancora definito geograficamente ma con ormai una propria identità e cultura che sfociò nell'orgogliosa reazione dei 13 cavalieri e che rappresentò uno dei primi e importanti eventi storici che sancivano la nascita di una vera nazionalità, quella italiana.

La cantina della disfida, oggi è il luogo dove inizia la rappresentazione storica del certame cavalleresco che ha festeggiato i 500 anni, ma è anche sede di diverse esposizioni e manifestazioni, divenendo così uno dei musei più visitati della città di Barletta.

Esposizione: oggetti antichi quali boccali, panche, tavolacci, sgabelli ed un camino accessoriato con gli utensili originali dell'epoca, allo scopo di ricreare l'ambientazione nella quale si svolse lo storico evento.

L'ingresso è segnalato da un'antica bandiera in ferro, recante l'insegna della antica Taverna del Sole, così denominata perché il sole la illuminava dall'alba al tramonto.

GIORNI E ORARI:
Aperto nei giorni: Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica
10.00 / 20.00
TICKET INGRESSO: Gratuito

 

COLOSSO (ERACLIO)


Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele
Una statua di bronzo, alta oltre 5 metri e raffigurante un imperatore in abito militare che si erge dinnanzi alla Chiesa del S. Sepolcro a Barletta. Si trova in questa città almeno dal 1309, come dimostra un editto di Carlo d'Angiò. La statua è stata attribuita alla prima metà del V sec. d. C. Incerte, tuttavia, restano l'esatta identificazione del personaggio raffigurato e del centro urbano dal quale il monumento fu tolto, l'originaria collocazione e destinazione, unitamente all'occasione per la quale la statua era stata eretta; ed inoltre è ignoto da chi e attraverso quali vicende la straordinaria immagine è stata asportata e come è pervenuta in Puglia.

Desta soprattutto particolare curiosità quella che si dichiara essere una "antica tradizione", raccolta intorno al 1600 dal padre gesuita Giovan Paolo Grimaldi. Costui affermava essere stati i Veneziani a prelevare a Costantinopoli la statua raffigurante l'imperatore Eraclio, modellata da un tal Polifobo. Il successivo ipotetico naufragio nei pressi di Barletta della nave veneziana che la trasportava avrebbe determinato una così insolita presenza nel centro pugliese.

 

PORTA MARINA


Indirizzo: Strada Marina Vecchia, 33
La porta Marina di Barletta e situata nell’omonima piazza adiacente alle mura della città. La porta, in arco a sesto acuto, in passato fu soggetta a trasferimenti; dapprima, infatti, era posta al termine di via Sant’Andrea. Nel 1751 ne fu costruita una nuova con incisa un’iscrizione nella parte superiore, dalla parte che volge al mare, con annesse le armi della città e lo stemma borbonico. In corso di accertamento la presenza di un pozzo in corrispondenza della rotonda della piazza.

 

MURA DELLA CITTÀ


Indirizzo: Via 16 Settembre, 6
Barletta è circondata interamente da mura, unico elemento difensivo della città fin dall’antichità. Le mura hanno subito ampliamenti territoriali e strutturali in base alle diverse dominazioni che si avvicendarono nel corso dei secoli. La difesa era formata dall’alternarsi di porte- tra cui Porta Marina-, bastioni, mura e torrioni e dal castello. Le prime preesistenze di costruzione si hanno dall’epoca normanna (XI-XII), successivamente Federico II di Svevia si occupò dell’ampliamento costruendo la sua dimora, oggi con probabilità sede della Biblioteca Comunale. Ulteriore ampliamento del castello con la costruzione del palatium e il fossato attorno al castello da parte degli Angioini e successivamente dagli Aragonesi, che decisero di abbattere alcune parti ritenute limitanti per l’espansione urbanistica e commerciale della città. Oggi è possibile visitare il castello, le mura del Carmine-ossia le mura “a mare”- il bastione o “Paraticchio” e Porta Marina.

 

PALAZZO DELLA MARRA


Indirizzo: via Enrico Cialdini 74
Palazzo Della Marra risulta essere un unicum nel panorama dell’architettura nobiliare barlettana. Gli studi più recenti ne attribuiscono la committenza, nella seconda metà del 1500, al nobile Lelio Orsini, ricchissimo aristocratico napoletano; alla sua morte nel 1633 il palazzo fu acquistato da un ramo della più potente delle famiglie barlettane: i Della Marra, proprietari fino al 1743. Il Palazzo si ergeva isolato e la facciata principale, a seguito di questo passaggio di proprietà, fu spostata su via Cialdini con l’apertura di un portone decorato da due allegorie della vecchiaia e della giovinezza.
Il sontuoso balcone è sorretto da cinque mensole ornate da mostri, cani e grifi terminanti con mascheroni con la bocca aperta. Lungo la facciata, all’altezza del balcone, corre un fregio che riporta la scritta “DELLA MARRA”. La ricca decorazione della loggia ripropone temi allegorici delle stagioni della vita. Successivamente il Palazzo passa alla nobile famiglia Fraggianni nel sec. XVIII e a Donato Ceci agli inizi del 1900. Poi c’è stata l’acquisizione da parte del Demanio Statale nel 1958 e i restauri del 1971.
La mostra dal titolo “De Nittis e Tissot. Pittori della vita moderna” è stata la grande occasione espositiva con la quale si inaugura la nuova e definitiva sede della Pinacoteca Giuseppe De Nittis, istituita in seguito alla donazione di 172 fra dipinti, pastelli e incisioni donati a Barletta dalla moglie di De Nitts, Léontine Gruvelle.
GIORNI E ORARI:
Aperto tutti i giorni
10:00/13:00
17:00/21:00
TICKET INGRESSO: Gratuito

 

CATTEDRALE DI SANTA MARIA MAGGIORE


Indirizzo: Via Duomo
La chiesa non si presenta come un insieme organico e unitario. Due parti nettamente distinte, quella anteriore romanica e quella posteriore gotica, mostrano i segni di una vicenda costruttiva lunga e discontinua.
I recenti scavi archeologici hanno poi portato alla luce le strutture di due edifici di culto precedenti: una basilica paleocristiana datata al VI sec. e un edificio altomedievale; infine un ipogeo preromano con numerose tombe a dromos databili all'inizio del III sec. a. C..
Questa Chiesa presenta sull'apparato scultoreo, preziose testimonianze del periodo crociato, quando Barletta venne scelta quale luogo di sosta e di imbarco per pellegrini e cavalieri diretti in Terrasanta; inoltre i numerosi confronti stilistici con opere della Terrasanta hanno fatto ipotizzare l'arrivo a Barletta, tra il XII e XIII sec., di scultori provenienti da Gerusalemme.

Importanti avvenimenti storici sono attestasti sulle pareti di questa Chiesa, come i tristi avvenimenti del 1528 che videro la città teatro di violenti scontri fra gruppi di opposte fazioni cittadine, nel quadro delle lotte fra Francesi e Spagnoli per il possesso del Regno meridionale o l'iscrizione che ricorda la celebre Disfida di Barletta, oppure quella risalente al XVIII secolo che ricorda l'incoronazione di Ferdinando I d'Aragona a re di Sicilia, Gerusalemme e Ungheria, avvenuta nella chiesa barlettana nel 1459.
Aperto tutti giorni negli orari di culto


BASILICA DEL SANTO SEPOLCRO


Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele
Le notizie più antiche riguardanti la Chiesa del S. Sepolcro risalgono al 1061: in una lettera dell'Arcivescovo Bisanzio, infatti, si parla di alcune concessioni e privilegi conferiti alla chiesa che già esisteva nel sobborgo di S. Sepolcro.

Si è certi che l'attuale chiesa sia stata costruita su un'altra più antica che si trovava fuori le mura della città "extramoenia". Nel 1162, in pieno periodo normanno, avvenne l'allargamento della cinta muraria fino ad inglobare l'edificio "intramoenia".

La chiesa è ubicata alla confluenza di due importanti strade: una per Canosa, l'altra verso Salpi, collegata alla via Francigena che i pellegrini percorrevano nell'itinerario verso la Terra Santa; divenne, quindi, un importante crocevia per crociati e pellegrini che trovavano alloggio e ristoro nell'Ospedale dei Pellegrini adiacente alla chiesa.

Nel XVI secolo fu annessa ai Cavalieri di Malta. La sua struttura architettonica è di stile Romanico-Pugliese del secolo XII-XIII, con influssi orientali e borgognoni.
Aperto tutti giorni negli orari di culto


CHIESA GRECA DI SANTA MARIA DEGLI ANGELI


Indirizzo: via Madonna degli Angeli
La chiesa della Madonna degli Angeli, sita in via Madonna degli Angeli nel pieno centro di Barletta, è l'unico esempio di chiesa greca, proprio per questo è più comunemente conosciuta come chiesa dei Greci. La città di Barletta ha ospitato durante i secoli numerose comunità di greci che con la loro presenza hanno lasciato un segno intangibile nella cultura barlettana sia in certe usanze e sia in certe costruzioni del comune di Barletta, come appunto la chiesa.

La chiesa dei Greci o Santa Maria degli Angeli, da poco restaurata, racchiude nel suo interno numerosi affreschi e manufatti lignei come la tradizione greca usava lavorare, imponente è ad esempio il poderoso altare in legno placcato d'oro ed intarsiato dove vi sono raffigurati le varie figure cristiane. Questo altare serviva sia per le celebrazioni e sia al suo interno per le confessioni e voleva raffigurare come una trasposizione o un confine tra la vita terrena e i santi, quindi pregando o confessandosi all'interno dell'altare, significava essere più vicino a Dio e i santi.
E' possibile visitare la Chiesa dei greci su prenotazione chiamando i seguenti numeri:

Castello Svevo
tel. +39.0883.578620
fax. +39.0883.578644
Bookshop tel +39.0883.578621
e-mail: polomuseale.segreteria@comune.barletta.ba.it

IAT - Informazione e Accoglienza Turistica
C.so Garibaldi, 208
tel. +39.0883.331331
fax. +39.0883.337304
e-mail: iat@comune.barletta.ba.it

 

PINACOTECA GIUSEPPE DE NITTIS


Via Enrico Cialdini 53
L’apertura della Pinacoteca “Giuseppe De Nittis”, nella splendida sede di Palazzo della Marra, segna una data storica per la città di Barletta che vanta, fin dal 1914, la collezione più ricca e prestigiosa delle opere del celebre pittore che rappresentò uno dei momenti più alti dell’arte dell’800 in Europa. De Nittis era nato a Barletta nel 1846, si era formato a Napoli, conquistò fama e successo a Parigi e a Londra, morì a soli 38 anni a Saint-Germain-en-Laye. La Pinacoteca che accoglie le sue opere, donate alla città natale dalla moglie Léontine Gruvelle, non rappresenta soltanto una sede museale, ma assume anche il significato di un ritorno a casa del grande artista che rinnova, dalla Puglia, il dialogo con i protagonisti dell’arte e della cultura del XIX secolo. Il percorso museografico, allestito per grandi temi, parte dall’esperienza napoletana con i paesaggi dal vero, si sofferma sulle pendici del Vesuvio, si distende lungo il fascino della modernità e della mutevolezza delle metropoli, Parigi e Londra, si apre alle suggestioni del gran mondo, svela il lirico intimismo per Léontine e le figure femminili che furono care al pittore barlettano. Dalla Pinacoteca, De Nittis europeo si ripropone al mondo dell’arte e della cultura anche con un programma di mostre dedicate agli artisti che con lui animarono Parigi nella seconda metà dell’Ottocento.
GIORNI E ORARI:
Aperto nei giorni: Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica
10.00/13.00
17.00/20.00
TICKET INGRESSO:
€ 4,00 Intero
€ 2,00 Ridotto (Under 18)

 

PARCO ARCHEOLOGICO DI CANNE DELLA BATTAGLIA


Indirizzo: Canne della Battaglia
Situato a pochi chilometri da Barletta, il Parco Archeologico di Canne della Battaglia mantiene ancora intatta la suggestiva atmosfera dell'epica battaglia svoltasi fra Romani e Cartaginesi nel 216 a.C. Muovendosi per il Parco Archeologico si possono facilmente individuare i resti dell'abitato romano su parte del quale sorse, in epoca medievale, una cittadella fortificata. Di particolare rilievo è l'Antiquarium allestito all'interno del Parco che raccoglie reperti archeologici dall'età neolitica al Medioevo (ornamenti in bronzo e ambre, corredi tombali, ceramiche, antefisse, iscrizioni, monete di epoca bizantina), e in particolare vasi dipinti a disegni geometrici dauno-peuceti (IV-III secolo a.C.) provenienti dai sepolcreti di Canne. L'Antiquarium dispone di plastici, grafici e pannelli didattici sulla battaglia e sui ritrovamenti nell'area archeologica.
Aperto nei giorni: Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica
8:30/19:30
TICKET INGRESSO:
€ 2,00 Intero
€ 1,00 Ridotto (Disabili - Over 65 - Studenti)


ANTIQUARIUM DI CANNE DELLA BATTAGLIA


Indirizzo: Canne della Battaglia
Il museo è allestito all'interno della vasta area archeologica che comprende anche la Cittadella di Canne della Battaglia, sito famoso per la vittoria di Annibale sui Romani nel 216 a.C.

Ordinato nel 1957, raccoglie reperti archeologici dall'età neolitica al Medioevo (ornamenti in bronzo e ambre, corredi tombali, ceramiche, antefisse, iscrizioni, monete di epoca bizantina), e in particolare vasi dipinti a disegni geometrici dauno-peuceti (IV-III secolo a.C.) provenienti dai sepolcreti di Canne.

L'Antiquarium dispone di plastici, grafici e pannelli didattici sulla battaglia e sui ritrovamenti nell'area archeologica.

GIORNI E ORARI:
Aperto nei giorni: Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica
8.00 / 14.00
TICKET INGRESSO:
€ 2,00 Intero
€ 1,00 Ridotto (Over 65 - Studenti)

VISITE GUIDATE GRATUITE
Per scoprire Barletta in tutta la sua bellezza, si può effettuare il tour gratuito della città organizzato da un'associazione culturale locale.

Tutte le info sono presenti su http://www.freetourbarletta.com
Comune di Barletta: http://www.comune.barletta.bt.it/retecivica

 

 

CONTATTI

 

 

La richiesta di prenotazione può essere fatta tramite una semplice email, tramite il form di contatto o telefonando ai numeri:
+39.320.7405079
+39.0883.880771
Riceverete una conferma scritta dell'avvenuta ricezione, le informazioni sull’eventuale disponibilità e gli estremi per il pagamento.
Disdette
Qualora siate costretti a disdire la prenotazione:
- fino a 15 giorni prima dalla prevista data di arrivo, sarà restituito l’intero anticipo tranne € 16,00 per trattenute bancarie.
- meno di 15 giorni dalla data prevista di arrivo, sarà trattenuto il 100% del deposito.
Modalità di pagamento

È possibile versare un acconto o l’intero importo con ricarica PostePay, Bonifico Bancario o Vaglia Postale inviandone ricevuta in e-mail.

Per informazioni e prenotazioni

Villa Porta Marina

Via C. Colombo 1/B - 76121 Barletta (BT)
Tel.: +39.0883.880771
Cell.: +39.320.7405079

E-mail: Info@villaportamarina.it